fbpx
Articles Tagged with

brand identity

""/
News

Tecniche di Neuromarketing per la tua azienda

Cos’è il Neuromarketing?

Il Neuromarketing è una disciplina definita da numerosi studiosi del settore. La prima definizione è stata attribuita al Professor Ale Smidts, docente di marketing presso l’Università Erasmus di Rotterdam.

strategie neuromarketing

Il teorico lo definisce come: “lo studio delle funzioni cerebrali col fine di comprendere il comportamento del consumatore e ottimizzare le strategie di marketing”.

Ma il Neuromarketing è anche un:

  • campo di ricerca;
  • interconnessione dei sistemi di percezione;
  • branca della neuroeconomia;
  • campo d’interesse del marketing;
  • disciplina neuroscientifica la cui ricerca si focalizza sui consumatori.

Il contributo degli strumenti neuroscientifici ha acquisito una certa rilevanza per lo studio del comportamento umano, con un focus nel campo di ricerca del marketing.

Quali sono le tecniche di Neuromarketing applicate?

Scopriamolo insieme e se ti va, puoi leggere il nostro articolo sul Marketing (for dummies).

Perché il Neuromarketing?

Il Neuromarketing è un campo di studi che deriva dall’unione di più discipline scientifiche, quali il marketing, la neurologia e la psicologia comportamentale.

Perché?

L’obiettivo principale delle tecniche di Neuromarketing è quello di analizzare i processi impliciti nella mente dell’individuo-consumatore.

I dati ottenuti dalle analisi biometriche effettuate o tramite test impliciti come lo IAT (Implicit Association Test) sono fondamentali per fornire la giusta base per elaborare una campagna pubblicitaria efficace.

È importante comprendere il modo in cui il cliente interagisce e reagisce agli stimoli sensoriali delle pubblicità per stabilire quale sia il messaggio più efficace.

Quanto è coinvolto emotivamente l’utente? È questa la domanda che è necessario porsi per comprendere quale metodo persuasivo (il grande Cialdini ha parlato infatti di persuasione etica) e non manipolatorio per influire sul processo decisionale degli utenti consumatori.

7 tecniche di Neuromarketing e dove trovarle

I volti

Diversi studi di Neuromarketing e nello specifico con l’utilizzo dello strumento di Eye-tracking, ci aiutano a comprendere che il volto rappresenta il punto focale su cui si concentra maggiormente l’attenzione degli individui.

L’Eye-tracking è un processo che monitora i movimenti oculari, fondamentale per lo studio della direzione verso cui il soggetto ripone lo sguardo.

Grazie a questo metodo di ricerca, è stato possibile dedurre che davanti ad un annuncio pubblicitario composto da testi e volti, l’attenzione di chi guarda l’annuncio sarà riposta sui soggetti mostrati sull’annuncio.

Esca

Ma io volevo fare l’usciere”… no aspettate fermate il gioco!

Per “esca” intendiamo tutti quei prodotti su cui si spinge per aumentare l’acquisto di altri. Se vogliamo vendere uno specifico prodotto, non ci resta che metterlo accanto ad un altro definito esca o decoy.

Questa tecnica è definita dominanza asimmetrica ed è facilmente visibile nei cinema in cui ci propongono la versione small e large dei popcorn.

La versione small a 2,00 euro, mentre la versione large a 4,50 euro.

Quale acquistereste?

Pensateci, nel frattempo vi anticipiamo che secondo alcuni studi le persone sono inclini all’acquisto del barattolo a 2,00 euro, sostenendo che non è necessario pagare 4,50 euro per un barattolo di popcorn.

Le carte di credito

Preferisci pagare in contanti o con carta di credito?

Perché questa domanda? Beh, te lo sveliamo subito.

Si è scoperto che, quando acquistiamo qualcosa, si attivano le stesse aree cerebrali deputate alla percezione del dolore. Non percepiamo dolore fisico, questo è certo (forse alcuni sì dopo aver scoperto il conto salato), ma queste aree hanno sicuramente un ruolo nella presa di decisione.

Ritorniamo alla domanda principale.

Quale metodo di pagamento preferisci? E perché proprio la carta di credito?

Si evidenza che, pagando con i contanti, l’individuo percepisce maggiormente la perdita e sviluppando un’avversione alla stessa, decide di risparmiare. Questa dinamica non avviene con la carta di credito.

Sapete perché? Perché il/la commerciante, ci restituisce la carta di credito. Tutto qui?

Assolutamente sì.

Ancoraggio

Il termine ancoraggio ha molteplici definizioni, a seconda dell’ambito di studi di riferimento e tutte hanno in comune il concetto dell’attivazione di un qualcosa nell’individuo.

Una delle tecniche di Neuromarketing prestate dalla psicologia e dall’economia è l’ancoraggio dei prezzi.

Si tratta di una strategia efficace, per attribuire un determinato valore economico ad un elemento inedito.

Un esempio è quando andiamo al cinema, sappiamo che i popcorn costano 2,00 euro. Motivo per cui, se andassimo in un cinema differente dal solito e i popcorn costassero 1,50 euro, rimarremmo stupiti.

Questo perché il prezzo ancora, 2,00 euro, ci serve da paragone con tutti gli altri in riferimento allo stesso prodotto.

Per tale ragione, se immettessimo sul mercato un prodotto o servizio del tutto originale e mai visto prima, potremo decidere il prezzo e il cliente prenderà quel valore economico come prezzo ancora, nonché spunto per le sue future valutazioni.

I have ninety-nine problems, ma poi te ne restano mille!

Bello il mash-up vero?

Lo sappiamo.

In ogni caso, quanto è fastidioso dover ricevere 1cent di resto? Ma quanto siamo attratti dai prezzi 1,99 o 79,99?

Tanto.

Cosa hanno in comune? Finiscono con il numero 9 ed è una delle strategie più usate per incentivare l’acquisto.

Nel nostro cervello si attiva l’effetto soglia, nonché la percezione che ogni prezzo che termina con i numeri 99 sia conveniente e più basso rispetto al suo valore reale.

Un esempio:

In questo comunicato, Steve Jobs annuncia che l’Ipad costerà 999 dollari (prezzo ancora).

Successivamente annuncerà che il prezzo reale è di 499 dollari. Morale della favola?

Il pubblico ha percepito un risparmio di ben 500 dollari.

Eh beh!

Prezzo alto o basso? Quantità o qualità?

Quante volte ti è capitato di valutare un prodotto o servizio in base al suo prezzo?

Qui, Maccio Capatonda (Aka Marcello Macchia) ci fa comprendere che valutiamo un prodotto, in questo caso il vino, solo in base al prezzo.

Difatti se ci trovassimo di fronte a due vini, di cui uno costa 50 euro, tenderemo a comprarlo se desiderassimo un prodotto di qualità.

Storytelling

Ultima, ma non per importanza, la tecnica dello storytelling.

Mediante lo storytelling è possibile comunicare concetti semplici ed efficaci come:

  • la fiducia;
  • la coerenza;
  • le testimonianze;
  • la qualità e i vantaggi;
  • le emozioni.

Ognuno di questi elementi è fondamentale per portare il potenziale cliente a dire di sì e a far comprendere il punto di vista del brand.

Perché il Neuromarketing è importante per la tua azienda

Se pensi che sia un gioco da ragazzi, non ti sbagli.

Per noi lo è, perché proprio come diceva Leo Burnett, le idee creative nascono negli ambienti di lavoro in cui ci si diverte.

Se vuoi saperne di più e desideri applicare queste ed altre strategie per la tua azienda, non esitare a contattarci!

""/
News

Cose che non sapevi sul Branded Podcast

Conoscete sicuramente lo Spotify Wrapped 2021!

Per caso siete gli utenti che hanno ascoltato più podcast?

Non è una novità, che stia aumentando l’adozione del linguaggio audio, per ottimizzare la propria digital strategy e rendere sempre più evidente la Brand Identity.

podcast da ascoltare

Da BBC a Will Ita, da Sky TG24 al professionista di un determinato settore… tutti loro hanno un obiettivo in comune: posizionarsi online aderendo ai trend del momento. Il modo migliore per farlo non è solo aprirsi un profilo social o contattare il migliore web designer per il proprio sito web, ma è anche fornire un ulteriore servizio, quale è il branded podcast.

La mattina in metro, sotto la doccia o in macchina, il Branded Podcast è un’ottima modalità d’intrattenimento e funzionale all’informazione.

Ma cos’è un Branded Podcast?

Se non sapete cosa sia, non c’è nessun problema, lo approfondiremo insieme. Partiamo dalle basi.

Branded Podcast: non solo audio

Il branded podcast è lo strumento audio di marketing, nonché un servizio utile per tutte quelle realtà aziendali che desiderano dare un boost alla loro comunicazione diretta e rivolta ai consumatori e clienti. Un podcast è, quindi, una forma di Content Marketing che va oltre il semplice comunicare un qualcosa.

Il Branded Podcast si inserisce all’interno di un ecosistema autentico e lineare ricco di contenuti che non assomigliano per niente alla pubblicità invadente e ripetitiva.

Ricapitolando, il Brandend Podcast è lo storytelling dei brand in formato audio ed il primo di una lunga serie è stato “The Message”.

Clicca qui per saperne di più sul Marketing

Da cosa nasce?

Siamo nel 2015, quando Andy Goldberg (l’allora creative director di General Electric) ebbe un’intuizione che portò alla nascita di uno dei mezzi più innovativi e più usati dalle aziende: il branded podcast.

Per il direttore creativo, la voce è un mezzo fondamentale che avrebbe potuto dare un valore aggiunto alla comunicazione digitale per raggiungere e fidelizzare potenziali consumatori interessati.

L’intento non è solo raggiungere il target, ma è soprattutto far comprendere quali sono i valori e principi che muovono il mondo all’interno dei Brand.

Le origini del Branded Podcast: The Message

The Message è stato il primo podcast, nonché un format molto interessante, i cui contenuti si discostano dall’azienda che rappresenta General Electric (brand di riferimento). Infatti, l’azienda è un B2B, ma “The Message” è una science-fiction podcast.

Dura 8 episodi e si racconta la storia di un gruppo di crittografi che analizzano l’interazione tra alieni mediante dei messaggi. Lo fanno, attraverso una serie di tecnologie realmente sviluppate e vendute, per l’appunto, dall’azienda General Electric.

Figo, no?

Come si definisce un Branded Podcast?

branded podcast esempi

Il branded podcast è correlato alla brand identity di un’azienda, che normalmente siamo abituati a immaginare come un visual con un logo ed un nome che esprimono la personalità, i valori e i principi di un marchio.

E se ti dicessi, che può essere percepito tutto ciò anche da un podcast con una voce narrante? Sì, è proprio così.

Seguendo la logica del “Content is King” e OBE ha definito così il branded podcast:

“un contenuto editoriale originale in audio, fruibile on-demand, ideato, realizzato e finanziato da un brand. È distribuito sulle properties digitali del committente e/o sulle piattaforme specifiche di podcasting. Ed è finalizzato a intrattenere un pubblico-target in modo coerente con i valori e gli obiettivi del brand.”

Vantaggi dei Branded Podcast

Quali sono i vantaggi dei branded podcast?

Partiamo col dire che i podcast sono dei contenuti audio on demand che è possibile ascoltare su qualsiasi piattaforma dedicata. Pensi sia tutto qui?

Spoiler: no.

Ecco altri vantaggi:

  • intercettare l’ascoltatore in contesti in cui altri mezzi visivi non arrivano
  • non è vincolato da un palinsesto
  • la disponibilità temporale è illimitata
  • è possibile ascoltare tutto in differita, quando lo si desidera
  • i touchpoint online sono differenti: smartphone, smart TV, smart speaker PC, tablet
  • tutti, da tutto il mondo possono ascoltare un podcast e l’audience è sempre più in crescita

Lunga vita ai podcast!

A cosa servono i Branded Podcast?

Il criterio alla base dei podcast è quello di veicolare un contenuto autentico e interessante per il pubblico di riferimento.

Quali sono le finalità?

Le finalità possono essere racchiuse in tre macro aree e hanno a che fare con tre obiettivi finali che l’audience ricerca nell’ascoltare i podcast:

Formare

I podcast o branded podcast possono essere degli ottimi mezzi per imparare qualsiasi cosa. Lingue straniere, anatomia umana, come diventare degli ottimi comunicatori… ce n’è per tutti!

Si tratta di un corso online ma formato audio che è possibile ascoltare ovunque e non è necessaria un’attenzione visiva! Un esempio può essere “BBC 6 minutes English”, un podcast che aiuta gli ascoltatori a familiarizzare giorno dopo giorno con la lingua inglese.

Informare

Un altro obiettivo è: informare.

Quanto è comodo e semplice, infilarsi le cuffiette o accedere a spotify dalla propria smart tv e ascoltare un podcast che ti aggiorna su tendenze o fatti di cronaca?

Nel frattempo puoi allenarti, cucinare o fare quello che desideri.

Pensi sia un sogno? Con spotify o qualsiasi piattaforma predisposta, è totalmente la realtà. Un esempio?

WILL, medium di informazione che raggiunge un target di riferimento perciso e interessato in relazione al campo tematico di interesse.

Chiunque, in realtà, può ascoltare questa tipologia di podcast, rimanendo sempre aggiornato in qualsiasi momento. Questa possibilità è data dalla semplicità con cui ogni argomento è spiegato.

Intrattenere

“Signori e signore, buonasera. Va in onda il programma Ma quanto è bello avere tutto a portata del proprio smartphone quando si è in auto, in palestra, in aereo, in treno e in qualsiasi altro luogo.”

Sì, il podcast può avere come finalità quella di intrattenere. Si tratta dell’utilizzo più popolare, in grado di intercettare un’audience più vasta. Un esempio? Muschio Selvaggio, in cui gli ospiti sono sempre differenti e al centro di ogni puntata vi è una sfera tematica di cui si discute.

Quali sono i format di un Branded Podcast?

Inizio col dire che il format è una struttura prestabilita e predefinita con regole e dinamiche replicabile e che identifica un prodotto medium. L’obiettivo è rendere il brand facilmente riconoscibile allo spettatore.

Tra i format più popolari ce ne sono 5 e ogni tipologia ha una modalità di narrazione propria:

Intervista

Due o più persone intrattengono l’audience con un intervista ad un personaggio noto o meno, andando a focalizzare l’attenzione su un tema caldo o coerente con la Brand Identity del brand di riferimento.

Un esempio? Dai, facciamo due: Muschio Selvaggio o Cachemire Podcast.

Conversazione

Il fine di tale format è quello di intrattenere. Le voci narranti conversano su un tema prestabilito con l’obiettivo di spiegare o offrire punti di riflessione alla community di ascoltatori.

Storytelling

Lo storytelling è il format più popolare, nonché il genere narrativo che rappresenta la categoria maggiormente esplicativa in termini di punti di forza del podcast come medium.

Si basa sulla narrazione di storie reali che appassionano da tempo gli ascoltatori, in cui si rincorrono eventi cronologici realmente accaduti.

Scripted

Lo scripted o scenaggiato è, al contrario, un formato narrativo in cui chi racconta parla di vicende che non sono realmente accadute.

Documentario

Il documentario o documentary è il format ideale per chi ama approfondire le proprie conoscenze rispetto ad inchieste o a curiosità generali su tematiche più disparate. Un esempio è Limoni de L’Internazionale.

Explainer

Già dal termine, si comprende che la finalità è spiegare.

Ma cosa? Uno o più concetti. Rispetto agli altri format, in questo caso, anche una sola voce offre agli ascoltatori i concetti alla base di uno specifico argomento.

Le fasi di realizzazione di un Branded Podcast

Ora che sai dei format, le funzioni, i vantaggi… ti starai chiedendo, ma come si realizza un Branded Podcast?

Nessun problema, realizzare un podcast non è semplice, ma neanche impossibile.

Devi sapere che un branded podcast di successo non è solo un contenuto a disposizione di uno specifico brand, ma è anche un prodotto creativo, autentico e in grado di intrattenere il pubblico.

Un prodotto audio di valore per gli ascoltatori deve seguire anche alcune regole burocratiche legati ai diritti, ai costi e ad altre prassi relative alla disponibilità di uno studio di registrazione e alla selezione di voci narranti efficaci e gradevoli all’ascolto.

Quindi, cosa devi sapere per realizzare un Branded Podcast?

podcast spotify

Ecco gli step da seguire:

Brief

Si tratta di un documento realizzato insieme al brand, nel quale evidenziati i valori e i punti di forza dell’azienda in questione. Il motivo è semplice, sono gli elementi fondamentali che si vogliono trasmettere mediante il podcast. Poi, si discute rispetto al budget e i risultati che si desidera ottenere.

Setup

Pianificazione di una strategia di produzione e una di promozione del progetto audio, valutando i diritti di utilizzo dei contenuti audio e di testo e definendo poi i KPI del progetto (obiettivi da raggiungere).

Proposte

Arrivati a questa fase, vi è la proposta di idee creative da parte dei produttori e specializzati nel settore. L’azienda specializzata nella produzione di podcast propone diverse opzioni coerenti con il messaggio e gli obiettivi prestabiliti del branded podcast.

Stesura del testo

Deciso il tema e l’argomento specifico, è giunto il momento di scrivere il testo. La fase di editing del testo racchiude più fasi al suo interno: dalla stesura della bozza sino ad arrivare al canovaccio definitivo per il podcast.

Registrazione

Abbiamo il testo, ma non vi sembra manchi qualcosa? Eh già, mancano le voci narranti! Deciso l’argomento, scelte le storie da raccontare e la voce narrante, non resta che passare alla parte di comunicazione del podcast sulle varie piattaforme.

Promozione

Il podcast è pronto e si procede al lancio della comunicazione online. La distribuzione sulle varie piattaforme d’ascolto è uno step molto importante. Si tratta di un’opportunità per posizionare il brand su piattaforme note come Spotify o Apple Podcast, che fungono da vere e proprie vetrine d’esposizione per raggiungere il target di riferimento.

Perché un Branded Podcast è importante per la tua azienda

Abbiamo scoperto insieme cos’è un Branded Podcast, i vantaggi, i format, come si realizza e come promuoverlo.

Ma, perché è importante per la tua azienda?

Basti pensare che, posizionando il tuo brand su Spotify, raggiungerai dei target già presenti sulla piattaforma.

Non solo, è un ottimo modo per comunicare il tuo brand in maniera differente dallo standard esplorando territori sconosciuti alla semplice comunicazione offline.

E quindi, cavalcando l’onda dei podcast, preparati ad appassionarti a nuovi format di intrattenimento come storie autobiografiche o interviste. O semplicemente, contattaci per sapere come realizzare un podcast per la tua azienda!

Privacy Settings
We use cookies to enhance your experience while using our website. If you are using our Services via a browser you can restrict, block or remove cookies through your web browser settings. We also use content and scripts from third parties that may use tracking technologies. You can selectively provide your consent below to allow such third party embeds. For complete information about the cookies we use, data we collect and how we process them, please check our Privacy Policy
Youtube
Consent to display content from Youtube
Vimeo
Consent to display content from Vimeo
Google Maps
Consent to display content from Google
Spotify
Consent to display content from Spotify
Sound Cloud
Consent to display content from Sound
X
Benvenuto in Likeabee
Benvenuto in Likeabee